Skip navigation

il tempo scorre inarrestabile

vomitando bile

sui problemi degli uomini

senza curarsi delle loro insulse vite

procede inarrestabile

incurante delle anime smarrite

che intorno a lui aleggiano

chiedendo un attimo, un momento

la gente piange, la gente muore, la gente si dispera

pensando solo, se avessi avuto tempo.

Ma lui impassibile procede

consumando e logorando

tutto ciò che è nel mondo.

                                                                                                                         Tobia Bertani

Annunci

Arranco in un oceano di oscuri pensieri

a stento rimango in superficie

ma presto mi arrendo,

non mi ricordo nemmeno un motivo

perché non sia vana questa fatica

ci penso più volte

ma esso mi sfugge.

Mi lascio cullare da questo grigio tepore

so di morire

ma non voglio reagire

perché continuare a soffrire?

                                                                                                                                                                            

                                                                                                                                                                                             Tobia Bertani

 

Mi sento inadeguato

in questo mondo malato

dove un unica bellezza governa

e uno stereotipo di perfezione regna.

 

Non mi sento accettato

da questo mondo malato

dove “unico” è una brutta parola

e far parte della massa è cosa buona.

 

A questo punto mi chiedo

e se fossi veramente inadeguato

e il mondo non fosse malato?

E allora mi vergogno della mia presunzione

e ritorno nella mia dolce frustrazione.

Tobia Bertani

Urla che squassano il cielo

lampi che squassano la terra

questa è una battaglia eterna

quanto ancora continuerà?

Nessuno prevale  sul suo avversario

una guerra che impazzirà.

Maremoti ed uragani

capricci di dei poco cordiali

insulti, bestemmie e imprecazioni

voce di uomini senza cervello

morte e dolore continueranno

finche le faide non si placheranno

finche l’odio non sarà tramutato in amore

e la pace regnerà sopra ogni padrone.

Fino a quell’agognato momento

la disperazione sarà un continuo tormento.

Tobia Bertani

Roma XX, Lampo di incompetenza

Occhi senza vita fissano il cielo

urlando, chiedendo pietà

solo però un muto silenzio

risposta gli dà

occhi vitrei fissano il cielo,

ma lui immobile stà

con fredda e crudele apatia

sa che presto si divertirà

occhi vitrei fissano il cielo

prima dell’arrivo della malvagità.

Un corvo nero sugli occhi plana

e li divora con stomachevole voracità

ora solo due vuote caverne fissano il cielo

pozzi di fuoco, mostruose cavità.

Tobia Bertani

Correggio secondo de Beeck Il Rinascimento in toni di grigio

Il corvo di Hans Op de Beeck

 

Frustrazione e depressione

mi attanagliano

ma lacrime amare cadere non vogliono

ad occhi di ghiaccio

rimangono appese

cadere non riescono.

Assorbo gli insulti senza fiatare

sorrido e fingo di nulla provare,

ma dentro  qualcosa è cambiato

sopporto, sopporto

ma qualcosa ormai si è incrinato

battute irriverenti

come ferri incandescenti

continuano a ferirmi

ma rimango impassibile

continuo a sorridere.

Tobia Bertani

eye

Sento l’amaro sapore del  sangue

mentre l’ansia mi morde le labbra

denti che stridono

muscoli tesi

 

Sento l’amaro sapore del sangue

mentre ripenso alle atroci parole

che tanto dolore provocheranno

spade infrante

scudi spezzati

gole tagliate

 

Sento l’amaro sapore del sangue

mentre il corno squarcia il silenzio

sguardi tesi

occhi di sangue

 

Sento l’amaro sapore del sangue

quando la carica parte imperterrita

membra guizzanti

spade sguainate

armature brillanti

 

Seno l’amaro sapore del sangue

mentre lo scontro si fa più intenso

cozzare di scudi

infrante armature

sangue sgorgante

 

Sento l’amaro sapore del sangue

quando la spada trapassa il nemico

urla di morte

lacrime vane

rosse fontane

 

Sento l’amaro sapore del sangue

mentre l’ultimo nemico cade

urla di giubilo

e poi..

silenzio infernale

 

nessuno riesce a gioire

vorrebbero solo morire

davanti a quello spettacolo atroce

non si ode neanche una voce

l’unico suono è quello del vento

quello è l’unica cosa che sento

 

non c’è vittoria

non c’è la gloria

solo la morte che aleggia nell’aria.

Tobia Bertani

Battaglia di Hastings